Site Overlay

Un gruppetto inaspettato

Le compagnie giuste, fanno la differenza

Oggi vi faccio un breve report su una uscitina che si era proposta in solitaria e invece si sono unite un po di gardite persone, che hanno reso questa uscitina in zona, davvero gradevole 😍

Partiamo dal punto d’incontro… Tutti puntuali alle 10:30 all’Eni di Fiuggi

Il nostro Giovanni Lando Fioroni, fa da fotografo, infatti senza di lui questa giornata sarebbe rimasta cieca😅
grazie Giovanni per le tue foto davvero fantastiche 🤗

Ci mettiamo in moto e giungiamo alla prima tappa… Le Campore sopra Guarcino, a metà strada per Campo Catino

Il tempo passa tra una chiacchiera e l’altra, il rapporto umano mancava da un pò e ci ha fatto davvero piacere il contatto e il racconto delle nostre esperienze in isolamento.

Un gruppo di motociclisti, ci passa vicino, ci salutano e lo sguardo felice, come quello di un bambino che gioca con il suo giocattolino preferito, si scorge dietro le loro visiere 😉

li guardiamo passare e poi ci rimettiamo in marcia…

Passiamo per gli Altipiani di Arcinazzo, dove due nostri amici, Vincenzo e Angelo, ci salutano… devono rientrare per impegni e proseguiamo per Jenne, dove facciamo qualche scatto…

Io e Giovanni ci scambiamo le moto, ero davvero curioso di provare il cambio automatico della sua bellissima Africa Twin… Trovo davvero interessante questo tipo di cambio, specie per un disabile… infatti dovete sapere che la mia patente AS mi permette di portare motociclette adattate con attuatore elettronico del cambio oppure con cambio automatico.
Ho trovato questo sistema molto fluido, intuitivo e pratico, specialmente la pulsantiera con un tasto avanti e uno dietro la manopola, anche se personalmente la scalata l’avrei messa per il dito indice e la cambiata per il pollice, perché risulta più pratico quando si deve staccare e scalare contemporaneamente. Per il resto trovo l’africa Twin una buona moto per il touring, briosa quanto basta e comoda… Onestamente non capisco perché le case produttrici non adottino il cambio automatico su versioni sportive o quantomeno su una vasta gamma di modelli, visto che sempre più disabili, oggi vogliono tornare in moto e invece devono spendere fior di quttrini per adattare le moto, spesso con un risultato scadente… per esempio il mio cambio non è infallibile, perde le marce di continuo.

Grazie a Giovanni per avermi affidato la sua bimba 😉

Riprendiamo la strada per il monastero e il santuario di Subiaco, godendo dei bellissimi panorami della zona e rientriamo passando per la strada di Olevano ma deviando per Roiate e giù verso Serrone, dove facciamo gli ultimi scatti e ci salutiamo

Una bella giornata davvero… ringrazio tutti i partecipanti per la deliziosa compagnia 😉


GIOVANNI LANDO FIORONI
www.sslaziomotociclismo.it

Voglio ringraziare ancora Giovanni per la concessione delle foto… davvero, senza il suo report fotografico, non avrei potuto fare questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *